Emicrania, cefalea, scopriamo di più sul mal di testa

April 2, 2020

Emicrania, cefalea, scopriamo di più sul mal di testa

Il “mal di testa” è uno dei disturbi più frequenti lamentati dalla popolazione generale. Noto fin dall’antichità, ha afflitto illustri personaggi ed è stato argomento di numerose teorie. La mitologia racconta che, nell’Olimpo greco, per porre fine a un ferocissimo mal di testa, Giove arrivò a chiedere a Vulcano di aprirgli la testa con un colpo di ascia. Una decisione felice, sempre secondo il mito, perché dalla sua testa uscì Minerva, dea della sapienza, con elmo, lancia e scudo.

“Prevenire è meglio che curare”, così disse il condannato alla ghigliottina che chiese come ultimo desiderio una pillola contro il mal di testa. (Groucho, Dylan Dog)

Si sa che Freud soffriva di frequenti cefalee. Violenti mal di testa afflissero anche Leopardi, il quale pare soffrisse anche di importanti sinusiti. Fryderyk Chopin, celeberrimo compositore polacco, soffriva di ricorrenti violente cefalee, oltre che di una importante depressione. La micidiale cefalea a grappolo, la cefalea da suicidio, colpì la grande scrittrice inglese Virginia Woolf, la quale cominciò a soffrirne all’età di 30 anni.

Il mal di testa colpì anche grandi scienziati come Charles Darwin, ma anche grandi riformatori e rivoluzionari; tra questi Girolamo Savonarola ne soffrì sempre molto, e la causa fu attribuita ad una deformità nasale. Giorgio de Chirico, considerato dalla critica il maggiore rappresentante della pittura metafisica

La cefalea è definita come un dolore a localizzazione prevalentemente ma non esclusivamente neurocranica, la cui estensione topografica non corrisponde al territorio di distribuzione di singoli tronchi nervosi.2 Circa il 90% delle persone ha almeno un episodio di cefalea all’anno ed è stato dimostrato che un episodio di cefalea grave e debilitante si presenta nel 40% della popolazione mondiale almeno una volta all’anno. Questo ci fa capire come la cefalea rappresenti un problema
sociale di grande rilievo, sia per l’impatto sulla qualità di vita del paziente, che per la spesa sanitaria.
Una prima distinzione deve essere fatta tra le forme primarie e quelle secondarie di cefalea. Fondamentali nel processo diagnostico di primo livello risultano essere un’accurata anamnesi e un approfondito esame obiettivo neurologico, per valutare le caratteristiche della cefalea (andamento temporale, localizzazione, qualità del dolore, fattori scatenanti) ed eventuali deficit neurologici di accompagnamento. A livello internazionale, il riferimento diagnostico unanimemente accettato è attualmente rappresentato dalla Classificazione IHS (International Headache Society)

Cefalee primarie

1. Emicrania
2. Cefalea di tipo tensivo
3. Cefalea a grappolo e altre cefalalgie autonomico-trigeminali
4. Altre cefalee primarie

Cefalee secondarie

1. Cefalea attribuita a trauma cranico e/o cervicale
2. Cefalea attribuita a disturbi vascolari cranici o cervicali
3. Cefalea attribuita a disturbi intracranici non vascolari
4. Cefalea attribuita all’uso di una sostanza o alla sua sospensione
5. Cefalea attribuita a infezione

Cefalea tensiva

• Almeno 10 attacchi che soddisfino i punti successivi
• Durata degli attacchi compresa tra 30 minuti e 7 giorni
• l dolore presenta almeno due delle seguenti caratteristiche:
o Qualità gravativa-costrittiva
o Intensità lieve o media
o Localizzazione bilaterale
o Mancato aggravamento con attività fisica
Durante la cefalea si verificano entrambe le seguenti situazioni cliniche:
• Nausea e vomito assenti
• Fono e fotofobia possono essere presenti ma non contemporaneamente.

Il dolore è descritto come un cerchio o un casco, se interessa il vertice, ma è quasi sempre fronto-temporale. Questa forma di cefalea ha un’insorgenza tipica in età giovanile e, come l’emicrania, prevale nel sesso femminile. I principali fattori scatenanti sono la tensione nervosa, lo stress, l’affaticamento mentale, lo sforzo attentivo prolungato, le posture scorrette e protratte del collo e delle spalle

Emicrania

L’emicrania è un disordine neurologico episodico, spesso familiare, caratterizzato da attacchi ricorrenti di cefalea, ampiamente variabili in termini di frequenza, durata e intensità.

Distinguiamo:
Emicrania senza aura

• Almeno 5 attacchi
• Attacchi di emicrania che, se non trattati o trattati senza successo, durano 4-72 ore
L’emicrania possiede almeno due delle seguenti caratteristiche:
• Localizzazione unilaterale
• Dolore di tipo pulsante
• Intensità media o severa (limita o impedisce lo svolgimento delle attività quotidiane)
• Peggioramento con l’attività fisica di routine
Durante l’emicrania almeno uno dei seguenti sintomi:
• Nausea e/o vomito
• Fotofobia e fonofobia.

Emicrania con aura
• Almeno 2 attacchi che soddisfano i punti due e tre.
• Almeno 3 delle seguenti caratteristiche:
o Almeno un sintomo dell’aura si sviluppa gradualmente per più di 4 minuti oppure due o più sintomi si manifestano in successione
o Nessun sintomo dell’aura dura più di 60 minuti
L’emicrania segue l’aura dopo un intervallo libero inferiore a 60 minuti, ma può iniziare prima dell’aura.

Autore: Francesco De Fusto – Docente di Ortopedia, Traumatologia, Reumatologia ed Ecografia

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of

Come diventare fisioterapista

2020-05-18 14:00:50

Come diventare fisioterapista Se ti stai chiedendo come diventare fisioterapista sappi che è previsto un apposito percorso formativo sia teorico…


7 Maggio - Open Day Online Corso Massoterapista MCB

2020-05-04 15:40:39

Martedì 7 Maggio alle ore 16, si terrà, tramite webinar, l'Open Day del nostro corso Massoterapista MCB. Il nostro direttore…


FAQ - Le domande più frequenti sui corsi Massoterapista MCB

2020-04-24 09:43:08

Vuoi iscriverti ad uno dei nostri corsi Massoterapista MCB ma hai alcuni dubbi? Ecco alcune delle domande più frequenti riguardo…


Tra riflessioni pensabili di uno psicologo: lo spazio condiviso del Lockdown

2020-04-16 10:41:16

Di recente mi sono trovata a riflettere circa una nuova posizione del terapeuta, del tutto priva di letteratura, e per…


Influenza, virus... Scopriamone di più!

2020-04-16 08:07:45

Frequentando il corso di abilitazione Massoterapista MCB alla Kern School sarai edotto e formato su ogni aspetto sanitario. Andiamo a…


Open Day Online Corso Massoterapista MCB

2020-04-03 12:54:54

Martedì 21 Aprile alle ore 16, si terrà, tramite webinar, l'Open Day del nostro corso Massoterapista MCB. Il nostro direttore…


Emicrania, cefalea, scopriamo di più sul mal di testa

2020-04-02 14:34:38

Emicrania, cefalea, scopriamo di più sul mal di testa Il “mal di testa” è uno dei disturbi più frequenti lamentati…


Posizioni aperte per conduzione seminari di formazione

2020-03-26 10:31:11

Kern Global srl è un ente di formazione di cui Kern School è parte e nell'ambito di un nuovo progetto…


La lombalgia: cause e terapie

2020-03-24 09:14:23

Cause e terapie della lombalgia La lombalgia è una manifestazione dolorosa localizzata alla regione lombare, generalmente diffusa verso i glutei…


Gli sbocchi lavorativi di un massoterapista MCB

2020-03-13 16:16:01

Gli sbocchi lavorativi di un massoterapista MCB Al giorno d'oggi è sempre più complesso approcciarsi al mondo del lavoro ed…


La figura del massoterapista e l'importanza dell'attestato

2020-03-13 15:43:37

La figura del massoterapista e l'importanza dell'attestato MCB: cos'è e di cosa si occupa? Nell'ultimo periodo si sente parlare sempre…


Il ruolo del massoterapista in un centro estetico

2020-03-13 15:16:52

La massoterapia come nuova frontiera di wellness, bellezza e salute: servizi e corsi professionali per incrementare il fatturato dei centri…