fbpx

La figura del MCB e l’importanza dell’attestato

Ottobre 15th, 2019 Posted by Uncategorized 0 thoughts on “La figura del MCB e l’importanza dell’attestato”

MCB: cos’è e di cosa si occupa?

Nell’ultimo periodo si sente parlare sempre più spesso di una nuova figura professionale: quella del MCB. Tuttavia, ancor oggi resta poco chiaro cos’è questa nuova figura professionale, cosa fa e quali sono le sue competenze. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza insieme.

L’MCB è un acronimo che molti traducono come Massaggiatore Centro Benessere. Tuttavia, come si può ben leggere nell’elenco delle professioni sanitarie creato dal Ministero della Salute, esso è un Massaggiatore MCB. Il lavoro in questione fa parte delle Arti Ausiliare delle Professioni Sanitarie ed è una figura professionale che viene abilitata a operare in completa e totale autonomia, operando come un libero professionista oppure in collaborazione con un Centro Benessere, uno SPA ?

Il settore del lavoro è quello relativo al massaggio sportivo e del benessere. Può operare sia su richiesta specifica del cliente che grazie a una prescrizione medica, in un ambito prettamente terapeutico. Ciononostante, non bisogna confondere il lavoro dell’MCB con quello di un fisioterapista: sono due professioni differenti. Ovviamente, un MCB può anche collaborare con gli altri professionisti del settore medico o sanitario. In particolare esso è indicato per offrire ai clienti la possibilità di seguire un preciso percorso riabilitativo.

Ma di chi si tratta, quindi?

Del Massaggiatore e Capo Bagnino (MCB, per l’appunto) degli Stabilimenti Idroterapici. Questa figura professionale è stata regolamentata per mezzo della Legge numero 1264 del 23 maggio del 1927, anche se la sua definizione è cambiata nel tempo. Successivamente, difatti, la sua professione venne confluito nel famoso Testo Unico delle Professionisti Sanitarie. Nella Legge l’MCB è definito come il professione che “su prescrizione medica esegue i massaggi e le manovre meccaniche sui organi e tessuti del corpo umano”. Inoltre è anche il professionista che, sempre su prescrizione medica, “pratica i bagni medicali a scopo terapeutico”.

In sintesi, quindi, possiamo dire che l’MCB sia una professione che ha davvero tanti campi d’utilizzo, anche se nell’ultimo periodo tali specialisti vengono per lo più impiegati nel settore del Wellness e della cura dell’aspetto estetico. Non a caso nell’ultimo periodo tali professionisti vengono sempre più spesso impiegati nei Centri Benessere e in genere in tutte quelle aziende che mirano a migliorare l’aspetto estetico o il benessere generale dei propri clienti. In questi centri l’MCB può collaborare con gli altri massaggiatori, al fine di offrire a tutti i clienti un servizio davvero completo, oppure lavorare in completa autonomia.

Grazie agli sforzi di un MCB, i loro clienti si sentono immediatamente più in forma e rilassati. Come un qualsiasi massaggiatore, anche l’MCB è in grado di togliere la tensione muscolare, far rilassare la persona e agire sul loro aspetto estetico. Per farlo, i professionisti MCB devono possedere un gran ventaglio di conoscenze e competenze.

Come si diventa degli MCB?

Stando alle normative riportate dal Decreto Legislativo numero 10043 del 6 novembre del 2009, un aspirante MCB deve compiere un percorso formativo, alla fine del quale è previsto un esame finale. Frequentando il corso e superando l’esame, l’allievo viene abilitato all’esercizio dell’Arte Ausiliaria delle varie professioni sanitarie e in particolare diventa Massaggiatore e Capo Bagnino degli Stabilimenti Idroterapici. Questo attestato sarà valido sia a livello europeo che a quello nazionale. L’allievo che abbia superato l’esame potrà anche esercitare il lavoro sin da subito, senza svolgere altri tirocini obbligatori.

Un MCB può quindi sin da subito lavorare con tutte le strutture sanitarie in Italia e nell’Unione Europea, purché siano convenzionate con il Ministero della Salute o delle Regioni. La figura professionale dell’MCB non fa comunque parte della lista delle professioni fondamentali per l’accreditamento di una struttura sanitaria in particolare. Il suo lavoro, però, è limitato solo in minima parte alle vere e proprie strutture sanitarie, in quanto per la maggior parte egli collabora con strutture come i centri sportivi, centri wellness, centri idroterapici, ma anche terme, SPA, residenze per gli anziani e persino con i poliambulatori. La gamma di applicazioni di questa professione è, in effetti, estremamente ampia.

Attestato MCB: l’importanza di averlo

Non si può praticare la professione dell’MCB senza possedere l’adeguato attestato, il che dunque diventa fondamentale per poter entrare nel mondo del lavoro. Per ottenere questo attestato bisogna frequentare dei corsi professionali che formano gli MCB ed è meglio rivolgersi a un buon corso formativo. Di quelli che forniscano agli allievi tutte le competenze e le conoscenze necessarie da applicare poi una volta entrati nel mondo del lavoro. Senza possedere l’attestato, contattare un’azienda in particolare per poter operare come degli MCB diventa inutile, in quanto non si può proprio essere assunti in mancanza dell’attestato MCB. Non a caso quest’ultimo è estremamente importante anche per delle figure professionali differenti, come i massaggiatori olistici. Ovviamente ancor prima dell’attestato vengono le conoscenze, che rappresentano il fattore principale in grado di aiutare il professionista in questione nello svolgimento delle sue attività lavorative.

Al momento di scelta dell’opportuno corso formativo che porterà l’allievo a diventare un MCB professionale bisogna prestare attenzione ad alcuni fattori che determinano la qualità del corso stesso. In particolare è da valutare la reputazione del corso, l’esperienza dei formatori, la qualità e la quantità delle conoscenze proposte e così via. Solo raggiungendo un ottimo attestato MCB è possibile ottenere degli ottimi guadagni in questo settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *